Museo Marittimo Barcellona

- Av.de les Drassanes s/n, Metro Drassanes (Linea verde L3)

- Costo del biglietto 2,50€, ridotto 2€ (studenti minori di 25 anni, +65 anni,disoccupati, pensionati, bambini tra 7 e 16 anni); gratis per minori di 7 anni, membri dell’AAMMB ,del XAM, dell’ICOM, dell’ICMM e dell’Ass.dei Museologi Catalogna. La prima domenica del mese ingresso gratuito per tutti Costo del biglietto Goletta Santa Eulalia 1€

- Apertura dal 2 gennaio al 31 dicembre dal martedì al sabato dalle 10:00 alle 19:00 e la domenica dalle 10:00 alle 15:00 Chiuso 1 e 6 gennaio, 25 e 26 dicembre

Passeggiando sul lungomare vi accadrà sicuramente di imbattervi nel Museo Marittimo e allora vi consiglio di fermarmi e di fare un bel tuffo tra storia e scienza.

  • Piccoli cenni storici L’idea di dedicare un museo alla produzione navale nasce nel lontano 1936 poiché l’amministrazione catalana ritenne necessario che la città vedesse ben conservati i suoi gioielli marittimi; l’inaugurazione ufficiale avvenne, però, soltanto nel 1941, anno in cui la città di Barcellona poté pienamente disporre dello spazio ideale per questo scopo.
  • Dove si trova Il luogo in questione è quello dell’antico arsenale aragonese, realizzato verso la fine del 1200 e ampiamente modificato nel corso del tempo. E’ qui, ai piedi del quartiere di Montjuic, all’interno degli storici cantieri navali che si trova il Museo Marittimo che raccoglie svariati manufatti marittimi databili tra 1750 e 1850 e provenienti da Barcellona e dalle zone circostanti.
  • Come muoversi all’interno del museo Entrando nell’edifico noterete subito il portone che ha una particolare forma ad arco su cui campeggiano sia un simbolo araldico riportante la data di una precedente ristrutturazione, sia uno stemma papale. Una volta all’interno, colpiscono le dieci imponenti navate in stile gotico sorrette da pilastri in pietra alti ben 6 metri che si dispongono in un grande ambiente a pianta rettangolare che oggi accoglie una preziosa collezione.
  • La collezione All’inizio del percorso, nella prima sala, vi accoglieranno sette mascarones, ossia originali sculture di legno che un tempo venivano poste come decorazione a poppa dei vascelli; una magica credenza vuole che queste figure fossero in grado di proteggere e guidare la nave proprio come fossero degli occhi!

Numerosi velieri e imbarcazioni private vi scorteranno nei passaggi tra il quinto e sesto ambiente, sino ad arrivare al settimo in cui poter ammirare i passi dell’evoluzione delle diverse tecniche costruttive che hanno regalato ai mari splendidi vascelli in legno; domina la sala un grande peschereccio brasiliano mentre riproduzioni e pannelli descrittivi posti lungo le pareti ci raccontano come varie civiltà si confrontarono con questa sfida.

Fascinoso ed emozionante è l’ottavo ambiente che propone la sezione chiamata L’Immagine del Mondo costituita da antiche carte navali che guidarono tanti valorosi uomini verso storiche scoperte. Come corredo a questa sezione sono esposti anche molti strumenti usati per la navigazione, come bussole e balestriglie.

Modelli di galeoni, velieri e riproduzioni di vari ambienti delle imbarcazioni, accompagnati dalle immagini del lungomare barcellonense, costituiscono le collezioni esposte negli ambienti 9,10 e 11.

La visita del museo si conclude nella dodicesima sala dove tutta la vostra attenzione sarà catturata dalla replica a grandezza naturale della nave ammiraglia di Don Juan d’Austria, celebre per aver guidato i cristiani nella battaglia di Lepanto nel 1571. Sarà davvero un’esperienza entusiasmante riuscire a rivivere gli attimi vissuti a bordo del galeone. Nello stesso ambiente potrete inoltre salire a bordo di un vascello a navigazione oceanica datato a fine diciottesimo secolo e protagonista dei commerci catalani con le colonie sudamericane e di un sottomarino ideato da un inventore proprio di Barcellona.

Il terzo e il quarto ambiente sono invece riservati all’esposizione di mostre contemporanee, mentre se vorrete, avrete modo di fare ricerche più approfondite nelle ale riservate all’archivio documenti e alla biblioteca specializzata.

  • Il Museo Marittimo è qualcosa di più di un semplice luogo espositivo, infatti nell’Estensione in acqua, uno spazio museale proprio in mare, si può interagire direttamente con la punta di diamante della collezione salendo a bordo della goletta Santa Eulalia, una storica imbarcazione del primo Novecento restaurata dal museo stesso ed attualmente attraccata a Porto Vecchio. Un modo veramente insolito e divertente di ammirare il passato!

Le Città SocialTripper : Barcellona | Roma | Parigi | Londra | Firenze | Milano

Socialtripper è un Network realizzato da New Com Agenzia Web - Roma | PI 02504700606